Ora me ne vado

Scritto da Anonimo,Classe 1AL il 01 Febbraio 2020.

Valigie chiuse, documenti pronti sul tavolo, navigatore impostato. Sono pronta per partire. Dove? Non mi importa, sarà il vento a deciderlo. In questo momento so soltanto che qui non ci voglio più stare. Troppa falsità, troppa ricerca della perfezione, troppo odio.

Nel mezzo del cammin della mia vita

Scritto da Anonimo il 31 Gennaio 2020.

Nel mezzo del cammin della mia vita

"Il passato è passato, il presente è presente, il futuro è incerto".
M. Shifu

Nel mezzo del cammin della mia vita mi ritrovai a chiedermi come ci fossi arrivato in quel mezzo, di quale percorso avessi preso e di quale viaggio ho intrapreso per arrivare nel qui e ora. 
Il primo ricordo di cui ho memoria è l'asilo delle suore dove venivo portato quando ero piccolo, era un posto molto grande, accogliente e pieno di bambini.

Il mio viaggio

Scritto da Anonimo, Classe 1AL il 31 Gennaio 2020.

Il mio viaggio parte dalla prima pagina di un libro, ma non di un semplice libro. Da quando ero piccola ho letto molti libri, forse non abbastanza, ma non avevo mai provato così tante emozioni, sensazioni, sentimento, compassione nei confronti di un libro. Inizialmente non ero molto interessata a leggerlo ma, forse, senza neanche quasi pensarci, è finito fra le mie mani.

Sentirsi soli nonostante gli altri

Scritto da Anonimo, Classe 1AL il 30 Gennaio 2020.

Sentirsi soli nonostante gli altri

Com'è sapere che, nonostante tutti gli altri, tu ti senta sempre solo? Che da ora in poi, non riuscirai più ad aprirti come facevi prima? Che anche dopo tutti gli sforzi che hai fatto non riesci più a guardare gli altri in faccia senza chiederti: mi farà soffrire?

Gli altri. Gli altri chi?

Scritto da Anonimo, Classe 1AL il 30 Gennaio 2020.

Gli altri. Gli altri chi?

Certamente, ma gli altri chi?
Beh, li conosci, gli altri. Quelli a cui pensi prima di dormire, quelli a cui mandi messaggi dolci sperando che ti rispondano con la medesima quantità di affetto, quelli che se non visiti il loro profilo Instagram almeno una volta all'ora senti di svenire, gli altri per cui ti metti quelle scarpe col tacco invece di quelle scarpe da ginnastica che però sono le tue preferite.
Gli altri possono essere tanti, possono essere uno solo, possono essere un gruppo. Il punto è che per te, chiunque siano, non riesci a non pensarci. Non farlo è un superpotere, un privilegio di pochi, dei più intelligenti secondo me.

Non vedo l’ora di partire

Scritto da Anonimo, Classe 1BU il 01 Febbraio 2020.

Ritengo che il viaggio di piacere e di vacanza sia una delle esperienze più belle che si possano fare.
Io e la mia famiglia abbiamo sempre viaggiato molto, visitando molti luoghi, sia in Italia che all’estero.

Mi piace viaggiare

Scritto da Anonimo, Classe 1AL il 31 Gennaio 2020.

Mi piace viaggiare

Mi piace viaggiare. Mi piace isolarmi, allontanarmi. Da tutto, da tutti. Mi piace respirare arie diverse, mi piace sentire sensazioni nuove. Il viaggio vero inizia al di fuori della bolla, di quella che io semplicemente amo chiamare “routine”.

La paura dell'opinione altrui

Scritto da Morano Emma, classe 1AL il 30 Gennaio 2020.

La paura dell'opinione altrui

Siamo tutti diversi, nessuno di noi ha personalità uguali ma nessuno di noi lo ammette perché abbiamo troppa paura del giudizio degli altri. Nessuno di noi vuole essere escluso da un gruppo e per questo spesso ci ostiniamo a fare bella figura ma questo comporta anche non mostrare il vero “noi”, infatti un’opinione diversa da quella della massa può essere determinante per l’emarginazione sociale.

Io non sono gli altri

Scritto da Anonimo, Classe 1BU il 30 Gennaio 2020.

Dal mio punto di vista, credo ci siano due tipi di persone: le persone che hanno un obiettivo nella vita, e le persone che invece della vita non sanno che farsene.
Io, sinceramente, non so a quale delle due fazioni appartengo; a volte mi sento particolarmente ispirato e determinato verso un obiettivo, mentre altre volte sento di star perdendo solo tempo e di buttare la mia vita in vacca.

Ti potrebbero interessare